Oggi vogliamo fare chiarezza su quando e come scegliere un ricambio usato o rigenerato al posto di un ricambio nuovo.

Sono tanti i temi da tenere sotto controllo per non incappare in disguidi o di trovarsi poi con materiale di scarsa qualità o inadeguato.

Qui di seguito parleremo di:

  • Quando conviene acquistare ricambi usati o rigenerati
  • Qual’è la differenza tra un ricambio usato e uno rigenerato
  • Come scegliere un venditore affidabile
  • Quando scegliere un ricambio rigenerato e quando comprare un ricambio usato

Ricambi usati o rigenerati invece che nuovi

Nel settore delle macchine movimento terra spesso la scelta non si pone. Per macchine molto vecchie (ma che vanno ancora benissimo) le Case non producono più ricambi nuovi.

Capita anche spesso che, in seguito a fusioni fra Case, i ricambi nuovi siano difficilmente disponibili anche per macchine più recenti.

Per sostituire un componente usurato o danneggiato le scelte sono tre:

  1. ricercare il ricambio nuovo tra i concessionari e le officine (che hanno ancora a magazzino questi pezzi)
  2. Affidarsi a aziende specializzate per reperire un ricambio ricondizionato
  3. Acquistare il ricambio usato

Avete scelto un ricambio usato? Ecco cosa fare

Un ricambio usato viene acquistato in genere con la dicitura visto e piaciuto e, quindi, una volta pagato e ritirato non potrete più richiedere i vostri soldi indietro.

Un rischio certo, ma che spesso è l’unica strada per poter rimettere in moto la vostra macchina movimento terra che, per il resto, lavora ancora egregiamente.

Prima di comprare un ricambio usato un paio di consigli:

  • fatevi un’idea chiara di cosa il mercato offre (a livello di prezzi); in genere prezzi molto bassi sono sinonimo di scarsa qualità o peggio di truffe
  • affidatevi poi a un rivenditore che conoscete o che ha una buona reputazione

  • cercate di non acquistare con l’ottica del visto e piaciuto ricambi che potrebbero compromettere la sicurezza operativa della vostra macchina

Quindi per i ricambi usati non ricondizionati o revisionati evitate componenti di usura che incidano sulla sicurezza come:

  • pneumatici
  • pastiglie freni
  • batterie
  • pompe dell’olio
  • pompe dell’acqua

Non ci sono problemi (ricordandosi sempre che state comprando ricambi usati con l’ottica del visto e piaciuto) per:

  • cofanature
  • porte di acceso alla cabina
  • fanalerie
  • interni (sedili, joystick)
  • cristalli
  • griglie di protezione
  • carpenteria in genere

Volete invece un ricambio revisionato o ricondizionato per la vostra macchina movimento terra?

Innanzitutto una precisazione: quando si parla di macchine movimento terra parlare di:

  • ricambio rigenerato
  • ricambio ricondizionato
  • ricambio revisionato
  • ricambio di rotazione

significa sempre parlare dello stesso pezzo di ricambio che ha sempre subito la seguente lavorazione:

  1. partendo da ricambi usati, questi vengono smontati e per prima cosa puliti
  2. si sostituiscono le componenti rotte o danneggiate o anche quelle che presentano un usura troppo marcata
  3. vengono rimontate parti nuove (da fabbrica o da circuiti paralleli) e il pezzo viene poi riassemblato
  4. il pezzo di ricambio così ottenuto viene testato su banco di prova per avere la certezza che sia funzionale e che le sue prestazioni siano compatibili con un utilizzo sul campo.

In genere è caldamente consigliato acquistare un ricambio revisionato quando si debba sostituire un pezzo fondamentale all’interno dell’economia della macchina movimento terra; tutte le centraline elettriche e elettroidrauliche, le pompe dell’impianto idraulico, il sistema di raffreddamento in genere, ma anche elementi fondamentali della catena cinematica, sono alcuni esempi per cui comprare un ricambio revisionato vi farà dormire sonni più tranquilli.

Ovviamente la procedura che abbiamo descritto sopra fa si che un ricambio revisionato costi di più (in alcuni casi molto di più) che un ricambio visto e piaciuto, ma, soprattutto per componenti importanti, la certezza che il pezzo duri nel tempo e che garantisca la produttività della macchina movimento terra, ripaga certamente dell’investimento.

Se avete un’officina interna attrezzata e preparata potete decidere di reperire i ricambi usati e revisionarli al vostro interno, ma ricordate le macchine di recente costruzione hanno davvero molta elettronica e richiedono una perizia e una strumentazione importante per intervenire con successo.

Valore aggiunto per i ricambi ricondizionati?

Primo, torniamo a ripeterlo, l’affidabilità e la capacità tecnica del soggetto che li rivende.

Secondo la presenza di una eventuale garanzia sul pezzo che vi assicura che in caso di guasto entro un certo periodo di tempo il pezzo sarà riparato gratuitamente o sostituito con uno equivalente.

Terzo e non meno importante: in generale i ricambi revisionati hanno una durata maggiore dell’usato non ricondizionato.

Un investimento maggiore al momento dell’acquisto, in genere corrisponde a molte più ore lavorate e, quindi, a molta più produttività in rapporto ai soldi investiti.

La scelta poi dipende anche dal tipo di lavoro e dal numero di ore annue lavorate dalla macchine per cui state acquistando il ricambio: se fate tante ore e lavoro intenso il ricambio revisionato è d’obbligo) se la macchina lavora ogni tanto e su lavori leggeri, anche il ricambio visto è piaciuto può risultare una buona alternativa.

L’importante è rimettervi in condizione di lavorare sulla vostra amata macchina operatrice!